Un anno Tipico, tra lumache, pesce e zucca

Da ottobre 2017 a maggio 2018, ogni mese una tradizione culinaria dell’Emilia al Tipico di Casa Spigaroli del Ristorante Al Cavallino Bianco di Polesine Parmense (PR)
Antica Corte Pallavicina - Cavallino Bianco

Dopo le rane e gli affettati, le grigliate e l’anatra, il Ristorante “Al Cavallino Bianco” -Laboratorio gastronomico dell’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) – prosegue nell’opera di salvaguardia delle antiche pratiche culinarie sotto la guida di Luciano e Massimo Spigaroli, con una serie di appuntamenti enogastronomici che esplorano i piatti e le maniere di quella lunga tavola che sono i territori emiliani bagnati dal Po. Tutte le iniziative sono un’occasione unica per gustare piatti di una volta preparati con la maestria e la sapienza di chi ha coltivato l’orto e allevato gli animali in prima persona, passando dal maiale alla zucca, in una carrellata di sapori che hanno il profumo e il gusto della storia, nel segno della stagionalità.
Zuccando: Halloween o non Halloween, ottobre non può che essere il mese della zucca, interpretata dalle cucine de Al Cavallino Bianco in tutte le sue declinazioni, dalla mostarda fino alla torta. In programma ogni weekend del mese, alle 20.30 negli infrasettimanali e nei prefestivi e alle 12.30 nei festivi.
November…Porcando: celebrazione raffinata del maiale e della sua interpretazione, l’appuntamento è ormai un classico del mese di novembre. Da mercoledì 1 a giovedì 30, a mezzogiorno e sera, il Tipico di Casa Spigaroli propone un excursus culinario tra le lavorazioni che hanno fatto del suino qualcosa di più di una semplice risorsa di nutrimento, trasformandolo in una fonte di ispirazione creativa per gli addetti ai lavori e in un oggetto di culto del palato per gli amanti della buona cucina.
Ocando: I weekend di dicembre potrebbero rappresentare la svolta per chi – ormai abituato a una cucina quotidiana preconfezionata e priva di veri sapori – ancora non ha capito la differenza tra anatra e oca, almeno sul piatto. Dallo strolghino al ragù, l’oca è la grande protagonista di un mese che invita a gustare con calma i piatti della tradizione, godendo del gusto ma anche del calore di un ambiente dall’atmosfera avvolgente.
Maialando: Impossibile da esaurire in un singolo mese per chi ne fa una questione di lustro e di passione, l’esplorazione di tutte le possibilità del maiale in tavola richiede l’utilizzo di due weekend di gennaio – da venerdì 12 a domenica 21 – e di tutti quelli di febbraio, escluso il primo. Ciccioli, cicciolata, spalla cotta, cotiche e piedini arrivano sulla tavola per dimostrare quanto sia vero l’antico detto secondo cui del maiale non si butta via niente.
Lumacando: Dopo una full immersion a tutta velocità nell’universo suino, marzo è l’occasione per rallentare, dando a un piatto raffinato eppure incredibilmente legato alle antiche usanze come la lumaca un ruolo da protagonista sulla tavola de Al Cavallino Bianco, dove risotti, spiedini e ricette in umido possono convincere anche il più restio dei commensali a rivedere i pregiudizi su un gusto da intenditori.
Pescando: Nonostante il nome, il più è già fatto. Per partecipare all’aprile che i fratelli Spigaroli dedicano al pesce d’acqua dolce, non servono canne, lenze e retini ma solo un appetito sufficiente a non perdere neanche una delle sfumature offerte da un menu che vede la partecipazione straordinaria di luccio, pesce gatto, anguilla e storione. Tutti i weekend, da venerdì 6 a domenica 29 aprile.
Ricordando: il gran finale non ha per protagonista un solo ingrediente o un singolo aspetto della cucina emiliana ma, piuttosto, quell’intricata e composita serie di istantanee della tavola che danno alla memoria le sembianze di un insieme di aromi e sapori. Tutti i weekend di maggio, dai fagioli borlotti prezzemolati con i bavarone e i pesciolini in carpione di Mamma Enrica fino alla favarona alla creta con le patate arrostite dell’Amanda, i fratelli Spigaroli raccontano la loro storia, in una commovente ed esaltante carrellata di ricordi dell’aia e della cucina.

 

 

Per informazioni: Al Cavallino Bianco

Via Sbrisi, 2 43010 Polesine Parmense (PR)

Tel. 052496136

E-mail: info@cavallinobianco.it

Sito web: www.fratellispigaroli.it

 

Per informazioni: Relais Antica Corte Pallavicina

Strada del Palazzo Due Torri, 3 – 43010 Polesine Parmense (PR)

Tel. 0524 936539

E-mail: relais@acpallavicina.com

Sito web: www.acpallavicina.com/relais