Re Artù e i cavalieri della tavola imbandita

Sabato 18 novembre, alle 20.00, il Castello di Gropparello (PC) si veste da Camelot per un banchetto con il protetto di Merlino e la sua corte.
Castello di Gropparello - Castello e Museo della rosa nascente di notte

Anche se la sua leggenda è legata a Camelot e alla tavola rotonda, Re Artù non disdegna deschi di altre forme e collocati in altri contesti nello spazio e nel tempo, purché le portate siano degne di un sovrano e della sua corte.
Quella che sabato 18 novembre arriva nel Castello di Gropparello, sulle colline piacentine, è una storia antica come l’Europa, misteriosa e ricca di atmosfera ma soprattutto di sapori che richiamano un’epoca lontana e mitica.
A partire dalle 20.00, i commensali del Banchetto Medievale Re Artù e i Cavalieri della Tavola Rotonda avranno l’occasione unica di incontrare il leggendario alfiere della giustizia e la sua bella Ginevra in una Camelot emiliana, circondati da una corte di cavalieri e damigelle in abiti dell’epoca.
L’avventura inizia con un percorso attraverso il bosco e nel castello che proseguirà nella Sala Rossa della Taverna del Castello, per una cena in costume con animazione.
Chi lo desidera, può rispondere all’invito di sua maestà presentandosi vestito da guerriero o da Dama e interpretare così il ruolo di un cavaliere di Artù.
Percorso e cena – adatti sia ai grandi che ai piccoli – sono offerti al costo complessivo di 60 euro per gli adulti e 46 euro per i bambini.

 

 

Per informazioni: Castello di Gropparello

Via Roma 84, 20025 – Gropparello (PC)

Tel. 0523855814

Email:
info@castellodigropparello.com

Sito web: www.castellodigropparello.it

www.castellodigropparelloeventi.it