Quattro regali per un Natale fuori dagli schemi

Dai viaggi nel tempo alle confetture estreme, fino ai giardini in casa e all’avanguardia dell’antiaderenza, le idee per fare la rivoluzione sotto l’albero
Regali di Natale 2017

Ogni anno la stessa storia. A Natale, si rinnova il dilemma del regalo sorprendente, che poi sorprendente non è mai davvero, perché – gira e rigira – dalla tecnologia al cibo, ci ritroviamo a scegliere cose che ci sono da sempre e che andranno ad arricchire la collezione di oggetti inutilizzati o, addirittura, inutili, somiglianti in un modo o nell’altro a quelli delle feste precedenti. A meno che non si decida di puntare su qualcosa di nuovo, nato dall’intuizione di persone che si sono messe in testa di lanciare prodotti e servizi di “rottura”.

Slow Drive – azienda di noleggio d’auto d’epoca senza conducente con sedi a Torino, Bergamo, Parma, sui laghi di Garda e di Como, Savona, Verona, Firenze e Padova – pensa che i piccoli lussi debbano essere quotidiani. Regalare anche solo un buono per un viaggio di mezza giornata o di un weekend significa aprire le porte – o le portiere – di un itinerario fuori dal tempo per ritrovarsi nell’atmosfera anni ’60 della Dolce Vita, in quell’Italia del Boom dove lo stile era davvero tutto. Con una scelta di oltre 30 auto, belle, lucide e introvabili – dalle roadster inglesi (Morgan, Triumph, MG), al maggiolino cabrio fino alle Fiat 500 e Mini Cooper – l’elegante confezione regalo con il kit del perfetto Slow Driver include voucher di prenotazione personalizzabile con validità 12 mesi, guantini in pelle retinati da guida, occhiale da sole per signora in stile vintage, modellino dell’auto (disponibile con extra costo a partire da € 25.00 – su richiesta), scheda dell’auto e itinerari suggeriti della zona, per scegliere non la strada più veloce e trafficata ma quella meno battuta, più lunga ed emozionante. (Slow Drive – vintage & motion, Tel. 338 9785124, www.slowdrive.it).

Per chi alle strade vere – per quanto alternative – preferisce quelle del gusto, il consiglio è di affidare il proprio istinto natalizio a HappyMama, laboratorio culinario di Cavriago (RE) che gioca con la tradizione delle marmellate, delle confetture e delle composte, in una tensione sperimentale davvero sorprendente. Le confezioni dal sapore vintage con le cuffiette ricamate sono contenitori di autentiche esplosioni papillari che utilizzano il 110% di frutta per eliminare del tutto il ricorso a pectina e addensanti vari. Ma la vera ragion d’essere di un regalo che lascia letteralmente a bocca aperta sta tutta negli abbinamenti audaci, missioni ritenute impossibili solamente perché nessuno ci aveva mai provato prima: confetture di prugne e zucca, sodalizi tra caffé in moka, cioccolato fondente, vaniglia e banane, composte di zucca gialla e cannella o chutney di mango e peperoncino – ottimo se accostato al pesce – mostarda di anguria bianca e salse di fragole e peperoni sono solo alcune delle idee fuori dal comune che Happy Mama offre l’opportunità di mettere sotto l’albero. (HappyMama, Tel. 348 8845113,

 www.happymama.it).

A volte, si regalano le piante. Con Plantui, si può addirittura regalare un orto delle dimensioni di pochi centimetri quadrati. Ideale per chi comprensibilmente si fida di mangiare solo ciò di cui conosce la provenienza, il giardino idroponico venuto dalla Finlandia è un oggetto di design, in grado di crescere contemporaneamente fino a 12 piante finalmente gustose – e le migliori foglie di ravanello del mondo, secondo il parere dello chef Sasu Laukkonen – grazie a un sistema brevettato che funziona tutto l’anno in virtù di uno speciale spettro luminoso, aumentando di 2 o 3 volte il contenuto di vitamina C e beta-carotene dei prodotti. Il processo di crescita, abbinato a un sistema intelligente di irrigazione con nutrimenti, riproduce lo spettro luminoso della fotosintesi fornendo alle piante la giusta quantità e qualità di luce necessaria per uno sviluppo ottimale. La luce e il sistema di irrigazione automatica vengono regolate dal Plantui Smart Garden™ durante le diverse fasi di crescita dalla pianta, creando le condizioni per ottenere erbe e insalate salutari, fresche e gustose. Con un raccolto giornaliero per 3 o 4 settimane che non prevede l’utilizzo di terra, le foglie non devono essere lavate, non necessitano la conservazione in frigorifero, crescono direttamente in casa e sono pure al cento per cento, senza nemmeno l’ombra di OGM. Perfetto anche per chi si cruccia di non avere il pollice verde. (Plantui Italia, www.plantui-italia.it)

 

Per i patiti dei fornelli che hanno qualche problema con gli spadellamenti lisci, la soluzione si chiama Olivilla, rivoluzionario prodotto targato Illa – azienda orgogliosamente parmense che da 70 anni sforna strumenti da cottura con rivestimento in alluminio antiaderente Made in Italy – che ha sbaragliato la concorrenza al concorso Solutions 2016 della fiera Ambiente a Francoforte tra le idee più innovative nel settore casalinghi. Avanguardia dell’antiaderenza contro le forse oscure e bruciacchiate della malacucina, Olivilla vanta un rivestimento a base di sostanze naturali, acqua e olio d’oliva. L’olio aggiunto durante l’ultima fase della produzione crea un microfilm di protezione che aumenta l’aderenza della padella e rende superfluo passare l’utensile con un batuffolo di cotone imbevuto d’olio, come accade per la maggioranza dei casi. Perché durante il processo di fissaggio del rivestimento, la padella viene passata in forno a circa 400°: a questa temperatura tutti gli eventuali fumi vengono assorbiti dagli abbattitori (il punto di fumo dell’olio è a 210°) e ciò che rimane è il “residuo fisso” entrato nel rivestimento che non viene rilasciato durante le operazioni in cucina. Con un’attenzione in più verso il consumatore contemporaneo, che predilige una cucina sana e naturale, rinunciando ai grassi ma non al gusto, la rivoluzione verde di Olivilla sta anche in un fondo ad alto spessore di 4.5 millimetri, che la rende adatta anche ai piani a induzione e consente una diffusione uniforme del calore e riduce i tempi di cottura, con conseguente risparmio energetico. Per cucinare all’attacco, senza attaccare niente sul fondo. (Illa Spa, Tel. 0521 667511, www.illa.it)

Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it