Nuovi punti di vista con la guida per vivere Ferrara e il suo territorio

“Ferrara e Provincia – Guida rapida e mappe”, realizzata dal Consorzio Visit Ferrara in collaborazione con il Comune di Ferrara, raccoglie percorsi tematici per scoprire la città estense, Comacchio e le località del Parco del Delta del Po.
Consorzio Visit Ferrara - Guida Visitare Ferrara - Credit Massimiliano Stevanin Noemastudio (1)

 

Mappe e percorsi tematici per vivere la città di Ferrara, il territorio di Comacchio e di tutta la provincia da prospettive sempre diverse. Sono alcuni dei contenuti della nuova guida turistica realizzata dal Consorzio Visit Ferrara in collaborazione con il Comune di Ferrara, che unisce circa 90 operatori turistici di tutta l’area provinciale. Una guida di facile utilizzo, in italiano e in inglese, pensata per essere venduta all’interno degli uffici di informazione turistica (IAT), delle strutture ricettive e da chiunque voglia fornire ai visitatori un mezzo utile per muoversi nella città estense e nel suo territorio, scoprendone le variegate meraviglie. “Ferrara e provincia – Guida rapida e mappe”, questo il suo nome, si apre con brevi informazioni sulla storia di Ferrara e le sue peculiarità, dalla possibilità di essere girata in bicicletta, alla cucina, fino allo shopping. Poi cominciano i percorsi tematici, ognuno corredato da una mappa e da tutte le informazioni utili: il tour del centro medievale che parte dal maestoso Castello Estense, con alcuni dei principali monumenti; l’Addizione Rinascimentale, che fece di Ferrara la città più moderna d’Europa, con la visita a Palazzo dei Diamanti, tra i punti d’interesse; l’itinerario tra dimore e chiese rinascimentali; il percorso tra i luoghi “dove scorreva il Po”; i luoghi della cultura ebraica di Ferrara con le sinagoghe e il MEIS, Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah; le Mura, i 9 km che abbracciano la città e possono essere percorsi solo a piedi o in bicicletta. E poi gli itinerari tra Comacchio e le sue Valli che si diramano nel Parco del Delta del Po, Riserva della Biosfera MAB UNESCO, per immergersi tra palazzi antichi, canali e ponti della città sull’acqua – da non perdere il Museo del Delta Antico – e poi esplorare lagune, specchi d’acqua, oasi naturalistiche popolate da uccelli rari, come i fenicotteri rosa. Tra le altre località della provincia ferrarese: Argenta, Bondeno e la Rocca di Stellata, Cento e le opere d’arte del Guercino, Codigoro, Fiscaglia, Mesola con il suo Castello e il Gran Bosco, Ostellato, la splendida Abbazia di Pomposa, Portomaggiore e le preziose Delizie Estensi, residenze rinascimentali della campagna ferrarese. Il costo al pubblico della guida, in elegante formato con mappe allegate, è di 3 euro, acquistabile già da subito presso lo Iat di Ferrara al Castello Estense, alcune strutture ricettive della città e gli IAT di Comacchio e Lidi.

Nel portare avanti la sua opera di promo-commercializzazione turistica del territorio, il Consorzio Visit Ferrara parteciperà a 2 workshop con operatori internazionali: mercoledì 18 aprile 2018 al Buy Emilia Romagna e sabato 19 maggio alla Borsa delle 100 Città d’Arte a Bologna, con oltre 70 tour operator provenienti da 28 Paesi.

Per informazioni e prenotazioni: Consorzio Visit Ferrara

Via Borgo dei Leoni 11, Ferrara (FE)
Tel. 0532 783944, 340 7423984
E – mail: assistenza@visitferrara.eu
Sito web: www.visitferrara.eu

Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it