In Alta Badia, viaggio nell’anima del mondo ladino

Tradizioni e cultura ladina sono legate in mondo indissolubile alle Dolomiti. Con il Romantik Hotel Cappella di Colfosco (BZ) ci si immerge in questo patrimonio unico, tra corsi di cucina e caverne preistoriche.
Romantik Hotel Cappella - Cultura Ladina - Foto di Carlo Pizzinini (22)

È un universo affascinante ed antichissimo, legato alla vita a contatto con la natura dolomitica e le splendide montagne Patrimonio Mondiale UNESCO. La tradizione e la cultura ladina sono ancora vive in Alta Badia e nei suoi paesini, che custodiscono un patrimonio unico, che si rispecchia nella sua particolare lingua, parlata da circa 30mila persone tra le valli delle Dolomiti da oltre 2mila anni, nelle leggende, che raccontano di cavalieri, draghi, tesori e spiriti dei boschi, nella cucina, che si esprime in ricette semplici ed autentiche, tramandate nelle case dei ladini da generazioni. Colfosco (BZ) è uno dei paesi che ha conservato la tradizione ladina. E il Romantik Hotel Cappella, che si trova in questo centro a 1.645 metri di altitudine, con i suoi raffinati interni alpini concepiti come opere d’arte, al cospetto del massiccio del Sella e vicino al Parco naturale Puez-Odle, lascia immergere i suoi ospiti nel misterioso mondo ladino.

A lezione di cucina tradizionale ladina
Al Maso Alfarëi di Badia, ogni venerdì, dal 26 giugno al 21 settembre 2018, si può partecipare ai corsi di cucina ladina tradizionale dell’Alta Badia. Una cucina contadina, che affonda le radici ai tempi in cui gli ingredienti disponibili erano pochi e le donne preparavano pietanze semplici, espressione dell’agricoltura del territorio. Tra queste, la zuppa d’orzo, le turtres, cioè le tasche ripiene di spinaci o crauti, i ravioli ripieni di spinaci o le furtaies, i dolci a spirale fritti. Oggi, le ricette antiche sono custodite come un bene prezioso e reinterpretate in chiave più moderna. Il corso si svolge dalle 10.00 alle 12.30 e per partecipare bisogna prenotare almeno entro il giorno prima in uno degli uffici turistici. Il costo è di 15 euro a persona.

I Musei ladini, l’orso preistorico e la più alta caverna del mondo
Per comprendere appieno la cultura ladina, in Val Badia, si possono visitare due interessanti musei, immersi nello straordinario paesaggio dolomitico. Il Museum Ladin Ciastel de Tor di San Martino in Badia è custodito in un bellissimo castello, nel quale scoprire la storia e la vita attuale dei ladini, il rapporto tra questa popolazione e l’ambiente naturale. A San Cassiano, invece, c’è il Museum Ladin Ursus ladinicus, dedicato all’orso preistorico delle Dolomiti. Qui, i visitatori esplorano l’habitat e le caverne in cui questo animale è vissuto circa 40mila anni fa. Si possono osservare anche alcuni resti dell’orso, come le ossa originali e i denti, ed uno scheletro intero, oltre ad una riproduzione di un orso che dorme. Un’altra sezione è dedicata alla nascita delle vette dolomitiche, attraverso i fossili. Le straordinarie forme montuose delle Dolomiti sono il risultato di un processo geologico durato milioni di anni. A studiarne le origini e a dare loro il nome che oggi le rende uniche in tutto il pianeta, fu il geologo francese Déodat de Dolomieu (1750-1801). Fu lui il primo a scoprire le caratteristiche particolari di queste rocce costituite soprattutto dal minerale dolomite (un doppio carbonato di calcio e magnesio).

In Val Badia, a 2.800 metri di altitudine, è stata ritrovata l’affascinante Grotta delle Conturines, la più alta caverna del mondo. In questo luogo sono stati rinvenuti resti di leoni e orsi antichissimi. La cultura ladina possiede una ricchezza inesauribile, dalla quale si viene letteralmente rapiti, soggiornando in una delle 47 camere e suite del Romantik Hotel Cappella, tutte diverse. In estate, prezzi a partire da 92 euro a persona a notte.

 

Romantik Hotels & Restaurants
Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualità – questo è il senso dell’accoglienza per gli oltre 200 Romantik Hotels & Restaurants e 300 partner in 10 Paesi europei. Gli albergatori Romantik danno il benvenuto ai viaggiatori in Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Olanda, Scozia, Italia, Spagna e Francia. La cooperazione nelle vendite e nel marketing presenta da 40 anni l’individualità delle diverse strutture: da quelle immerse nella campagna, ai templi del benessere, fino agli hotel di lusso. Ottima cucina, tipicità e storia accomunano gli hotel a conduzione familiare per una collezione esclusiva di alto livello riunita sotto il marchio Romantik.  www.romantikhotels.com

Link Dropbox cartella immagini: http://bit.ly/RoHoCappella  

Per informazioni: Romantik Hotel Cappella
Tel. 0471 836183
E-mail: cappella@romantikhotels.com
Sito Web: www.romantikhotels.com
Ufficio stampa -> http://www.elladigital.it