Festeggiare con Lentezza

Tra inni alla calma, rilassati viaggi nel tempo e nel gusto e terme Preistoriche, 5 modi per celebrare la Giornata Mondiale della Lentezza, in programma il 7 maggio 2018.
Slow Drive - Coppia (1)

Chi va piano, va sano e va lontano. Quante volte ce l’hanno ripetuto? Ma quante volte abbiamo davvero seguito un consiglio così prezioso, presi com’eravamo a correre per non perdere il ritmo incalzante delle nostre giornate, in un festival quotidiano dello stress, per arrivare in tempo o forse ancora prima, in anticipo, rispettando orari e scadenze che, alla fine dei conti, non ci fanno mai davvero godere la vita?

Per ricordare a tutti l’importanza o addirittura – giocando con le parole – l’urgenza di affrontare l’esistenza con maggiore tranquillità, 12 anni fa è stata istituita La Giornata Mondiale della Lentezza: una ricorrenza che cade il 7 maggio 2018 ma che, per natura, può essere festeggiata in tutta calma, prendendosi il tempo necessario per riflettere sul modo più adatto per cambiare passo.

 

Slow Drive – Il nome dice già tutto. L’azienda di noleggio d’auto d’epoca senza conducente – con sedi a Torino, Bergamo, Parma, sul Lago di Garda e sul Lago di Como, Padova, Firenze, Savona e Verona – ha ribaltato completamente il significato di un mezzo pensato per velocizzare i viaggi, che diventa invece lo strumento per godersi in completa tranquillità un itinerario italiano a bordo di una vettura rétro, sottolineando aspetti centrali come il transito per paesaggi mozzafiato e la brezza della primavera che accarezza gli occhiali da sole o entra dolcemente attraverso i finestrini. Il voucher per un viaggio, a partire da 140 euro per mezza giornata e da 200 per la giornata intera, apre le porte – o le portiere – di un itinerario fuori dal tempo per ritrovarsi nell’atmosfera anni ’60 della Dolce Vita, in quell’Italia del Boom dove lo stile era davvero tutto. Con una scelta di oltre 30 auto, belle, lucide e introvabili – dalle roadster inglesi (Morgan, Triumph, MG), al maggiolino cabrio fino alle Fiat 500 e Mini Cooper – il kit del perfetto Slow Driver include voucher di prenotazione personalizzabile con validità 12 mesi, guantini in pelle retinati da guida, occhiale da sole per signora in stile vintage, modellino dell’auto (disponibile con extra costo a partire da 25 euro – su richiesta), scheda dell’auto e itinerari suggeriti della zona, per scegliere non la strada più veloce e trafficata ma quella meno battuta, più lunga ed emozionante. Inoltre, Slow Drive è convenzionato con hotel e B&B. (Slow Drive – vintage & motion, Cell. 338 9785124 www.slowdrive.it).

 

Terme Preistoriche – Nel grande parco dello storico Hotel Terme Preistoriche di Montegrotto Terme (PD), i vapori delle due piscine termali all’aperto si innalzano soffusi sui boschi ai piedi del Colle di Berta, creando il suggestivo scenario di un relax celebrativo che può durare dal mattino fino a mezzanotte, tra 56 idromassaggi con o senza ozono. Tra cascate cervicali, sauna e bagno turco, questo luogo si configura come un rifugio ideale per offrire al corpo e all’anima una meritata pausa dalla frenesia quotidiana. Un tempo ritrovo per nobili italiani e stranieri, oggi l’hotel è un gioiello che brilla in un territorio costellato di ville, castelli, monasteri e sentieri per escursioni in mountain bike e bicicletta, percorsi da trekking e di equitazione, campi da golf. Due verande si affacciano sul verde: nella più antica viene servita la colazione. Poi la giornata comincia nel mondo termale, specializzato nella fangobalneoterapia, grazie all’argilla naturale del bacino di Abano e Montegrotto dalle proprietà antinfiammatorie e nella cura e prevenzione di patologie alle vie respiratorie. Al potere dell’acqua e del fango, si unisce quello dei tantissimi trattamenti del centro benessere Angelica Rosa, personalizzati a seconda delle diverse esigenze. E poi massaggi di ogni tipo e trattamenti orientali, come l’hammam marocchino o il percorso emozionale alle 5 argille con i prodotti agli estratti naturali AbanoSPA, da abbinare alla cucina dei due ristoranti specializzati in piatti locali e mediterranei, con un’attenzione particolare a intolleranze e allergie. (Hotel Terme Preistoriche di Montegrotto Terme (PD) Tel. 049 793477 www.termepreistoriche.it)

 

Frutti Antichi – Giunta alla quarta edizione, la versione primaverile della rassegna dedicata a piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato si svolge quest’anno il 12 e il 13 maggio 2018. Promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna di Pontenure (PC) e il Comitato FAI di Piacenza, Frutti Antichi è l’occasione perfetta per festeggiare la Giornata Mondiale della Lentezza con qualche ora di provvidenziale ritardo, partecipando a una delle più longeve manifestazioni dedicate al florovivaismo del panorama italiano, nella sua veste più raccolta ed elegante. Il programma, ricco di eventi, tra cui conferenze, laboratori per grandi e piccoli, presentazioni di libri, mette a confronto operatori del settore, studiosi e rappresentanti delle istituzioni provenienti da tutta Italia, all’insegna della valorizzazione dell’Ambiente, della promozione di uno stile di vita più vicino alla natura e della salvaguardia del patrimonio genetico delle specie naturali che rischiano l’estinzione. (Frutti Antichi, Tel. 334 9790207 www.fruttiantichi.net)

 

Festival della Lentezza – Forse proprio perché è dedicato al ritmo blando ma inesorabile che consente alle cose di crescere secondo la loro natura, il Festival della Lentezza ha deciso di partire con un certo anticipo.

In programma dal 15 al 17 giugno 2018 alla Reggia di Colorno (PR), la rassegna vuole chiamare a raccolta la comunità del Festival per celebrare la 12esima Giornata mondiale della Lentezza, fissata sul calendario il 7 maggio.

L’invito è semplice, e rivolto a tutti: lunedì 7 maggio, chiunque lo voglia potrà partecipare  donando al prossimo la cosa più importante che possiede: il tempo. Bastano un’ora e un’azione concreta: fare la spesa per il vicino di pianerottolo anziano, accompagnare i bimbi del vicinato a scuola a piedi, mettersi a disposizione di un’associazione di volontariato presente nel territorio. Quando si sceglie di far bene agli altri, le possibilità si moltiplicano a seconda del contesto. A chi partecipa, il Festival della Lentezza chiede una cronaca simbolica, mettendo a disposizione i propri profili social per comunicare con l’hashtag #donoiltempo: bastano una foto, una frase, un video. Sarà un esperimento di cittadinanza attiva a km zero, una sorta di banca del tempo singola e collettiva.

Organizzato in collaborazione col Comune di Colorno e con il patrocinio di Mibact, Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Università dell’autobiografia di Anghiari, Slow Food, Legambiente, Borghi Autentici d’Italia, il Festival potrà contare su media partner come RAI CULTURA, ALTRECONOMIA, Radio Popolare e “Buone notizie. L’impresa del bene”, inserto del Corriere della Sera dedicato al Terzo Settore. (Festival della Lentezza, Tel. 334 6535965 http://lentezza.org)

 

 

Link Dropbox cartella immagini: http://bit.ly/giornatadellalentezza

 

Ufficio stampa –> http://www.elladigital.it